giovedì 26 ottobre 2017

Recensione: "Sulla sedia sbagliata" di Sara Rattaro

Buon pomeriggio lettori, come state?
Io ho importanti novità da raccontarvi, ma aspetto che si concretizzino prima di vuotare il sacco, e non vedo l’ora! In questi giorni ho letto abbastanza poco però ho una nuova storia da raccontarvi, una recensione di Sulla sedia sbagliata di Sara Rattaro.



SULLA SEDIA SBAGLIATA

di Sara Rattaro
Editore: Garzanti ▪ Pagine: 157 ▪ Prezzo: 9,90€ ▪ Data di pubblicazione: 2015
ACQUISTA CARTACEO
TRAMA: "Ci sono cose che solo una mamma può capire. E che, purtroppo, solo una mamma può sentire". Una madre rimane sempre una madre. Non smette mai di esserlo. Qualunque cosa accada. Anche quando non esiste nulla di più difficile al mondo. Lo sa bene Francesca, che ogni settimana va in carcere a trovare suo figlio accusato di un reato gravissimo: omicidio. Lei che continua a domandarsi dove abbia sbagliato. Perché negli occhi di Andrea fatica a riconoscere il bambino che ha cresciuto. Ma il suo cuore non può fare altro che proteggerlo. E la missione di ogni madre. Proprio quella missione che Teresa sente di aver fallito nel momento in cui sua figlia le è stata strappata via troppo presto in un incidente d'auto. Lei non era lì a difenderla per non lasciarla andare. Un dolore troppo grande che l'amore materno di Teresa non riesce ad accettare, al punto da creare una realtà diversa in cui la ragazza gira ancora per la casa a portare luce con il suo sorriso. Francesca è la madre di un carnefice, Teresa la madre di una vittima. Eppure sono solo due donne che devono in qualche modo superare la sconfitta delle loro speranze, dei loro sogni di un futuro felice per i figli. La loro sofferenza assume le stesse tonalità, usa le stesse parole, piange le stesse lacrime. Perché il confine tra l'errore e la verità si confonde. Non è mai netto. L'amore più puro può trasformarsi in un peso troppo grande da sopportare. Può fare male o far sbagliare...

L'AUTORE:
Sara Rattaro nasce e cresce a Genova, dove si laurea con lode in Biologia e Scienze della comunicazione. È stata vincitrice del premio Bancarella e del premio Rapallo Carige 2016.

LA MIA RECENSIONE:

Ho conosciuto questa autrice con Splendi più che puoi, un romanzo che ho adorato e che mi ha toccato nel profondo. Essendomi ripromessa di leggere tutti i libri dell’autrice, mi sono procurata l’anno scorso Sulla sedia sbagliata.

La storia ruota attorno alle vite di Francesca, madre di Andrea incarcerato per omicidio; i genitori di Barbara, la vittima; Teresa, madre della vittima di un incidente stradale; Zoe, una ragazza che ha voglia di vivere ma aspetta un trapianto per sopravvivere; Paolo che soffre di crisi epilettiche e uccide la propria madre per liberarsi dalla sua oppressione. Storie brutali, così terribili che quando si sentono al telegiornale si vorrebbe spegnere la televisione e fuggire. Le vite di queste madri sono indissolubilmente legate dal profondo dolore creato dai loro figli. C’è chi è stato vittima e chi carnefice. Ci si chiede di chi è la colpa, quali sono state le mancanze e perché.

Un libro di poco più di 160 pagine, ma che lascia un senso di pesantezza non indifferente. A mio parere questa volta la Rattaro non ha fatto centro. Troppa carne al fuoco, troppe vite distrutte messe insieme, troppo tragico, tutto troppo troppo. Non solo: le voci narranti sono tante e si alternano, ma tutte si confondono perché non hanno una voce propria. Un problema che mi ha creato un po’ di confusione durante la lettura e ho letto qua e là che non sono la sola.
Insomma, mi aspettavo molto di più da questo romanzo e son rimasta un po’ delusa dalle pecche che ho riscontrato.

Valutazione:

Allora lettori, cosa ne pensate? Avete letto qualche suo libro? Aspetto i vostri commenti!
Dreaming Fantasy

mercoledì 18 ottobre 2017

Recensione: "L'evoluzione di Calpurnia" di Jacqueline Kelly

Buongiorno lettori! Come state? Mentre bevo una tazza di caffé, ho deciso di postare la recensione di un romanzo che ho appena finito di leggere. Si tratta di L'evoluzione di Calpurnia di Jacqueline Kelly che mi è piaciuto e mi ha sorpreso.



L'EVOLUZIONE DI CALPURNIA

di Jacqueline Kelley
Calpurnia Tate #1
Editore: Salani ▪ Pagine: 290 ▪ Prezzo: 12,00 €
Data di pubblicazione: 15 maggio 2014
ACQUISTA CARTACEO
TRAMA: Nei prati riarsi della calda stagione texana, Calpurnia non può fare a meno di notare che le cavallette gialle sono molto, molto più grandi delle cavallette verdi. Perché? Sono di due specie diverse? Calpurnia ha sentito parlare del libro di un certo Darwin, in cui si spiega l'origine delle specie animali. Forse può trovare quel libro nella biblioteca pubblica? Sì, ma la bibliotecaria non glielo vuole mostrare. Poco male, quel libro si trova anche a casa sua: nello studio del nonno, il libero pensatore della famiglia. Accompagnata dal nonno e dal libro proibito, Calpurnia riuscirà a scoprire i segreti delle diverse specie di animali, dell'acqua e della terra. E scoprirà anche se stessa.

L'AUTORE:
Jacqueline Kelly è nata in Nuova Zelanda, ma si è trasferita da piccola con i suoi genitori nel Canada occidentale. È cresciuta immersa nelle dense foreste di Vancouver Island, quindi non è difficile immaginare il suo shock quando, qualche anno dopo, la sua famiglia si è trasferita nel deserto di El Paso, in Texas. Ha frequentato l’università a El Paso e la scuola di medicina a Galveston (chiamata con amore “Galvatraz” dai residenti). Ha praticato medicina per molti anni, per poi iscriversi alla Facoltà di Legge dell’Università del Texas. Ha svolto la professione di avvocato per diversi anni, prima di realizzare che quello che l’avrebbe realmente resa felice sarebbe stato scrivere romanzi. Il suo primo racconto pubblicato apparve nel 2001 nel Mississippi Review. Il suo romanzo d’esordio, L’evoluzione di Calpurnia, fu pubblicato da Henry Holt il 12 maggio del 2009 (uno dei traguardi di cui va più fiera). Il suo secondo romanzo, Return to the Willows (“Ritorno ai salici”, non ancora pubblicato in Italia, ndr), un sequel di Il vento tra i salici di Kenneth Grahame, è stato pubblicato nel 2012. L’evoluzione di Calpurnia è stato scelto come libro della gara di lettura del biennio delle scuole superiori per l’anno scolastico 2014/2015.

SERIE
#1 The Evolution of Calpurnia Tate, 2009 (L'evoluzione di Calpurnia, 2014)
#2 The Curious World of Calpurnia Tate, 2015 (Il mondo curioso di Calpurnia, 2015)


LA MIA RECENSIONE:

L’evoluzione di Calpurnia è un libro che ho scoperto da poco grazie al blog di Veronica She Was in Wonderland che lo ha spesso consigliato. Questi consigli preziosi non me li lascio mai sfuggire e così ho deciso che anche io lo avrei letto. In occasione del mio compleanno, la mia amica Denise me lo regalato in una bellissima edizione cartonata. Ho deciso di leggerlo subito e non farlo aspettare troppo sullo scaffale e devo dire che si è rivelata una piacevole lettura.

1899, Texas. Calpurnia ha 12 anni ed è l’unica figlia femmina, su sei, della famiglia Tate. Come d’usanza dell’epoca, le femmine di buona famiglia devono imparare a suonare il piano, cucire e cucinare. Tutto questo però non fa per Calpurnia, per quanto lei si impegni. Lei adora passare del tempo con suo nonno, un ex soldato della Guerra, che dedica ora il suo tempo a studiare la natura. Insomma, uno scienziato, amico di Darwin, incuriosito dalla scienza e dal mondo che lo circonda. Calpurnia è proprio come lui: passeggia nel bosco e in riva al fiume con il suo taccuino osservano la natura e il mondo che la circonda. L’amore per la scienza accomuna i due, stringendoli in un tenero rapporto nipote-nonno. La quotidianità e le piccole scoperte di ogni giorno, sono il cuore di questo romanzo di formazione.

Ho trovato l’inizio di questo romanzo abbastanza lento e per certi versi noioso. L’autrice si perde in minuziose descrizioni scientifiche, ma a inizio romanzo ancora non avevo capito cosa aspettarmi. Man mano la storia prosegue, ingrana e si inizia a capire. Non c’è un vero e proprio punto di arrivo o di svolta, semplicemente ogni capitolo è un piccolo episodio della vita di Calpurnia e ben presto ci si affeziona a lei e a tutta la famiglia Tate. Ho adorato l’ambientazione e il periodo storico ricco di novità per l’epoca: macchinari, il telefono, l’automobile, la Coca-Cola, le scoperte scientifiche.
Calpurnia con la sua curiosità e amore per la scienza, vuole rappresentare il cambiamento del ruolo della figura femminile, insieme a tutti gli altri cambiamenti. E’ una piccola sognatrice che lotta nella quotidianità contro regole imposte dalla società per scegliere il suo futuro. Questo è il cuore del romanzo e questo è quello che mi ha lasciato. Un messaggio importante e non banale, che arriva ai lettori di tutte le età. Il libro infatti nasce per i lettori più giovani, ma vi assicuro che anche i più grandi sapranno apprezzarlo. Non vedo l’ora di leggere anche il seguito di questa storia meravigliosa!

Valutazione:

Allora lettori, cosa ne pensate? Chi di voi ha già letto questo gioiellino? Chi invece intende farlo? Fatemi sapere con un commento!
Dreaming Fantasy

giovedì 5 ottobre 2017

Let's talk #13 Summer reading recap

Let's Talk è una sorta di rubrica ideata da me di cadenza casuale. In questo spazio potremo chiacchierare insieme di autori, consigli di lettura, librerie, biblioteche e tutto ciò che riguarda i libri.


Buongiorno lettori! Come state? È da un po’ che non ci sentiamo e ho sentito il bisogno di aggiornarvi un po' sulle ultime mie letture e i miei acquisti. Sono stata presa dal lavoro e poi dalle ferie che ho passato in Puglia, nel bellissimo Salento! Oggi perciò vorrei dedicare un po’ del mio tempo al blog :)

IL MIO COMPLEANNO: REGALI LIBROSI

Il 27 agosto ho compito 25 anni, l’età ormai avanza! Scherzi a parte, ho passato una bellissima giornata in una baita in montagna con amici. Mi hanno organizzato una festa con tanto di palloncini e dolci al cioccolato, i miei preferiti! Ho ricevuto bellissimi regali dalle persone che più mi sono vicine e dal mio piccolo mondo libroso ho ben due nuovi arrivati.

La mia amica Veronica mi ha regalato La figlia di Odino, un romanzo fantasy uscito a Giugno per la Multiplayer, che mi ha incuriosito tanto da entrare subito nella mia wish. Ho intenzione di leggerlo prima del Lucca Comics, perché ho una mezza idea di andare! So che ci sarà l’autrice di questo libro, Siri Pettersen e mi piacerebbe proprio aver già letto il suo libro.
Denise del blog Reading is Believing, con cui sono amica da quando ho aperto il blog, mi ha regalato L’evoluzione di Calpurnia in edizione rilegata. Mi ispira molto grazie alle recensioni e all’entusiasmo che ho letto qua e là, spero mi piaccia.
Questi due regali saranno le mie prossime letture!

READING RECAP & ACQUISTI SUL LIBRACCIO

In questo periodo ho messo le mani su diversi romanzi e vi lascio un breve recap su ognuno, ma presto arriveranno le recensioni dettagliate.

Ti darò il sole di Jandy Nelson l’ho letto in ebook un po’ per caso. Era il periodo in cui ero al mare in spiaggia e mi ero portata solo il Kindle per questione di praticità. Sfogliando la libreria, ho trovato proprio questo libro che avevo caricato da più di un anno e giaceva lì, abbandonato. Non avendo altro da leggere, mi sono buttata su Ti darò il sole e l’ho divorato in due giorni soltanto! Mi è piaciuto tantissimo, le pagine sono volate e nemmeno me lo aspettavo. Soltanto il finale non mi ha soddisfatto appieno. →★★★★

La corsa delle onde invece l’ho comprato di proposito in formato digitale. Visto che Ti darò il sole mi aveva piacevolmente sorpresa, ho deciso di rischiare con Maggie Stiefvater. Perché con Maggie io ho un rapporto veramente pessimo: ho provato a leggere Shiver e Raven Boys ed entrambi li ho abbandonati. Però non so cosa è successo al mare, ma La corsa delle onde mi sembrava un buon libro, soprattutto dopo averlo visto super consigliato nella pagina facebook neonata Libri, sogni e altri rimedi gestita da alcune blogger che seguo (se non lo avete ancora fatto, correte sulla pagina e metteteci un bel like!). Insomma, La corsa delle onde mi ha conquistata ed emozionata, tanto che mi sono procurata una copia cartacea sul libraccio! →★★★★★

Oltre i limiti di Katie McGarry l’ho preso in ebook, al mare, sempre spinta dalle recensioni positive che ho letto qua e là, e l’ho finito una volta tornata dalle ferie. Questa volta però non è andata come con La corsa delle onde e Ti darò il sole. Oltre i limiti è un new adult che mi ha fatta sentire ormai troppo vecchia per queste storielle. Ho avuto la sensazione per tutta la lettura di leggere di sentimenti che non mi appartengono. Forse a quindici anni lo avrei adorato! →★★★

Nel profondo della foresta è un altro ebook che ho comprato al mare – sì, ho letto come se non ci fosse un domani in spiaggia e sì, ho speso un capitale in ebook perché costano uno sproposito – ma che ho abbandonato a circa il 30% della lettura. Sono rimasta profondamente delusa dalla Black perché Magisterium, un altro suo libro, mi era piaciuto e mi aspettavo di più. Ho restituito l’ebook ad amazon e ho richiesto il rimborso, vedremo come andrà a finire. →★★

Anche gli alberi bruciano di Lorenza Ghinelli l'ho acquistato sul Libraccio insieme a La corsa delle onde, ne ho approfittato visto che era in wishlist da questa estate. Mi è piaciuto tanto per i ricordi che mi ha risvegliato. L'affetto di un nipote per suo nonno malato è ciò che più mi ha conquistato insieme allo stile semplice ma che colpisce di questa autrice. →★★★★


Infine, ho attualmente in lettura l’ultimo libro della saga Night School di C. J. Daugherty, Il segreto del fuoco. A pensarci bene questa saga l’ho iniziata appena è uscito il primo romanzo, nel 2012. Siamo nel 2017 e siamo finalmente arrivati all’ultimo romanzo! Sono contenta che la Newton abbia deciso di pubblicare tutti i libri. Li ho trovati tutti carini, anche se il mio entusiasmo è calato un pochino essendo dei libri forse per i più giovani. In pratica, continuo a darmi da sola dell’anziana XD Vedremo se il libro finale sarà soddisfacente!
Spero che questo post vi sia piaciuto! Voi avete letto tanto quest’estate? Vi piace leggere in spiaggia? Ho sempre creduto che leggere in spiaggia sia troppo “scomodo” a causa del sole, degli schiamazzi della gente e invece mi sono ricreduta! Adesso che sono tornata a casa, tra faccende e studio tornerò a leggere come una tartaruga (forse).
GRAFICA E LAYOUT A CURA DI DAYDREAM DESIGN ©